I nuovi clienti arrivano solo con il passaparola? Ecco cosa rischi.

“Prima di conoscervi facevo pubblicazioni su Facebook o Instagram, anche sponsorizzate, ma non facevo grandi cose. Oltre a quello, direi nient’altro. Questo è il quarto anno che ho il negozio aperto e sono sempre andata avanti più con il passaparola che con la pubblicità in termini stretti.”

Le parole di Elisa rispecchiano la situazione della maggior parte degli imprenditori che gestiscono un’attività locale.

Il passaparola è il mezzo principale per acquisire nuovi clienti, accompagnato a volte da qualche post e sponsorizzate sui social per rendere più visibile l’attività.

Queste strategie hanno però due importanti limiti per il pieno sviluppo di un’azienda geolocalizzata:

  1. il passaparola non fornisce risultati prevedibili e misurabili. Si basa su variabili come la fortuna e il periodo;
  2. le reti sociali usate senza una strategia ben studiata ti aiutano a ottenere visibilità e like, ma non clienti paganti.

Entrambe le opzioni, se usate come mezzo principale per acquisire clienti, lasciano qualsiasi attività nel pieno dell’effetto fisarmonica o della domanda incoerente: 

“Oggi arrivano clienti e guadagno, domani…si vedrà!”

In questo modo la tua azienda non potrà mai contare sulla sicurezza di cui ha bisogno in termini di acquisizione clienti.

Nel caso del retail, va tenuto in conto anche un altro fattore che rende più complessa la crescita della tua attività.

La sfida più grande per la vendita al dettaglio e come superarla senza svendere

Circa 10 anni fa, gli acquisti online hanno iniziato a prendere piede spostando parte dello shopping dall’offline all’online.

Questo fenomeno si è inasprito ancora di più negli ultimi 5 anni, rendendo molto più altalenanti le vendite nei negozietti a favore di ecommerce da cui è possibile acquistare con un click.

…E se questa sfida vale per un qualsiasi retail, è ancora più accentuata per i negozi situati in paesini che non possono neanche contare su un forte flusso di passanti o un grande numero di abitanti.

Proprio questo era il punto di partenza di Elisa Mattioli, proprietaria di un negozio di scarpe da donna a Quattro Castella, in provincia di Reggio Emilia.

I suoi principali competitor non sono infatti i negozi di calzature dello stesso paese: a calamitare i suoi potenziali clienti sono la grande distribuzione e i negozi online.

L’offerta di Elisa non ha però nulla a che vedere con queste due modalità di business.

Si reca personalmente negli showroom per provare e selezionare con cura ogni modello che propone alle sue clienti e i criteri che utilizza per creare il suo campionario sono molto apprezzati da chi la conosce.

Ed era proprio quello l’ostacolo principale: farsi conoscere.

“Chi entra in negozio per la prima volta dice spesso: ‘Ah, guarda, proprio non sapevo che esistesse questo negozio! Complimenti, la qualità è molto buona, siete molto attente nella scelta dei materiali’. Capivo che questo era un messaggio che doveva assolutamente passare, però mi chiedevo: ‘In che modo lo facciamo passare?’. In questo ho avuto bisogno di un aiuto.”

Elisa era certa che riuscire a portare più persone nuove almeno una volta avrebbe dato la spinta giusta alla sua attività.

Aveva fatto un tentativo con i social, ma di fronte alla mancanza di risultati aveva capito che il problema non era il canale di comunicazione di per sé, ma la mancanza di una strategia in cui inserirli.

“Non c’è storia, insomma, un conto è fare i post, anche sponsorizzati, ma se non c’è un buon marketing dietro, non c’è nient’altro da fare.”

È così che inizia a cercare professionisti a cui affidarsi e trova noi.

Riconosce di averci notati grazie alla specializzazione nel marketing per attività locali e richiede una sessione strategica per capire come avremmo potuto aiutarla a promuoversi.

Quello che abbiamo detto a lei, è lo stesso che posso dire ora a anche te.

Ecco la strategie che devi applicare se gestisci un’attività geolocalizzata

Non è la visibilità sui social il modo per portare più clienti alle tue porte.

Serve creare una strategia mirata esclusivamente sul tuo pubblico e sulla tua zona in modo da far ingranare una macchina di acquisizione clienti che attiri persone che apprezzano il tuo prodotto e che torneranno nel tempo.

E così è stato.

Grazie al lavoro fatto insieme Elisa è riuscita a triplicare il suo guadagno in un solo mese.

La prima campagna si è chiusa con un totale di 580 clienti con uno scontrino medio di 100€, per un totale di vendite pari a 58.000€.

Il traguardo più grande è stato quello di arrivare alle persone in target, che non erano già sue clienti solo perché non avevano idea che il suo negozio esistesse.

Come diretta conseguenza, si è creato un gruppo di clienti stabili che, seppur spendendo importi dell’ordine delle centinaia di euro, effettuano acquisti ripetuti e tornano con costanza.

Una volta avviata la macchina di acquisizione clienti, è stato finalmente possibile per Elisa recarsi negli showroom con l’intenzione di dare spazio anche ad articoli di maggiore valore e ampliare la quantità dei pezzi selezionati.

Finché si basava solo sul passaparola, era impensabile investire di più nell’offerta del suo negozio: avrebbe voluto dire riempire il magazzino senza prospettive su quando e se si sarebbe svuotato.

Il passaggio in breve tempo da clienti saltuari a clienti con un ciclo di vita più lungo ci ha permesso di procedere subito con la fase successiva della strategia creata per lei: l’ottimizzazione del ciclo monetario.

Questa si riferisce al tempo che ogni singolo euro investito impiega a tornare nelle tue casse.

Grazie a più clienti, stabili e con un ciclo di vita più lungo, Elisa ora può investire importi maggiori nel suo campionario, incassare in tempi sempre più brevi, ridurre al minimo il tempo in cui l’inventario resta in magazzino…e godersi i guadagni di un volume di vendite molto più alto!

Puoi ottenere anche TU gli stessi risultati di Elisa!

Non è facile affidarsi a degli sconosciuti, ed Elisa stessa era molto scettica.

È legittimo chiedersi: “Perché devo fare così? Su che base devo investire in questa strategia di marketing?”

L’unico modo che abbiamo per spazzar via ogni perplessità è valutare prima – e insieme – se ci sono i presupposti per attivare una campagna che possa davvero portarti nuovi clienti.

È per questo che non prendiamo in carico nuovi progetti a scatola chiusa e chi è interessato a ClientiElite, il nostro programma specializzato nel marketing per le attività locali, deve necessariamente passare attraverso una candidatura e una sessione strategica.

La candidatura serve per capire se la tua attività è in diretta concorrenza con chi è già nostro partner: io e Federico abbiamo scelto di garantire l’esclusiva di zona ai nostri clienti per tutta la durata del progetto.

Ci sembra un modo molto più etico di lavorare e che allo stesso tempo ottimizza i risultati dei nostri partner, giacché non ti togliamo fette di clienti per portarle ai tuoi concorrenti.

Se non stiamo già seguendo un tuo competitor nella tua zona, possiamo valutare insieme il tuo progetto: questo passaggio prima di dare il via ai lavori è fondamentale sia per te che per noi.

Il motivo è che non ci siamo mai considerati onnipotenti. 

Ci basiamo su un metodo scientifico testato su oltre 500 aziende appartenenti a più di 40 settori diversi, con varianti aggiornate di settimana in settimana.

È sulla base di studi di settore, test e statistiche che sappiamo dirti, prima di prendere impegni con te, se le strategie che sappiamo funzionare daranno anche a te gli stessi risultati ottenuti dai nostri partner.

Se durante la prima sessione strategica riteniamo che ci siano i presupposti per farti raggiungere l’obiettivo che desideri, noi siamo tranquilli di poter mantenere la nostra promessa.  

A questo punto sta a te avere fiducia nel sistema. Ed è proprio il consiglio che Elisa ha scelto di dare quando le abbiamo chiesto cosa direbbe a chi sta valutando di diventare nostro partner.

“Come è accaduto nel mio caso che mi sono affidata a voi, bisogna credere veramente nelle persone a cui ci si affida.

Se io mi sono affidata a voi per il marketing è perché appunto io di marketing non ne so assolutamente niente e voi sì e quindi è chiaro che posso avere dei dubbi o delle incertezze, ma se qualcuno mi dice: ‘Sì, guarda, fidati che così funziona’, io mi fido. La cosa fondamentale è proprio cercare di lasciare andare il più possibile le paure e dire: ‘Sì, voglio comunque dare una svolta e quindi devo partire. Basta’.

Quanto tempo serve prima di vedere i risultati del metodo ClientiElite?

Spesso in sessione ci chiedono quanto tempo servirà per vedere i primi risultati.

Dare una risposta standard vuol dire non prendere sul serio la domanda.

La tempistica è molto legata non solo al programma ClientiElite, ma anche a come l’imprenditore lavora con le nuove richieste di appuntamento. 

È per questo che i nostri clienti sono dei veri e propri partner: è fondamentale lavorare insieme per ottimizzare i risultati.

Se questo lavoro in sincronia parte sin da subito è possibile triplicare i propri guadagni in pochi mesi.

Tutto va valutato di caso in caso, in base al settore e alla situazione geografica.

Se anche tu, come Elisa, hai capito che grazie a una strategia davvero efficace per auto promuoverti potrai finalmente gestire numeri di clienti, di ordini e di fatturato di tutt’altra portata, non perdere neanche un secondo: scopri se abbiamo disponibilità nella tua zona e inizia a costruire la tua macchina attira clienti! 

Clicca qui per candidarti alla tua prima sessione strategica! ➜
Torna su
ABOUT US
ABOUT US
ABOUT US
ABOUT US
ABOUT US